Pasta con crema di peperoni, caciotta e tonno

La cucina italiana è talmente variegata e versatile che è possibile sempre combinare diversi sapori e prodotti, riuscendo ad ottenere risultati davvero prelibati. È il caso, ad esempio, della pasta con crema di peperoni, caciotta e tonno. In tale ricetta, infatti, la dolcezza dei primi si combina in maniera eccezionale col gusto un po’ particolare del tonno, amalgamandosi poi bene con la sapidità fornita dalla caciotta. Tale livello di sapidità, naturalmente, varia in base al livello di stagionatura del formaggio.

Questa ricetta rappresenta comunque un primo piatto davvero saporito, molto colorato ed anche semplice da preparare. Inoltre, esso si può servire al momento oppure essere presentato come pasta fredda (magari in una calda giornata durante il periodo estivo), dopo essere stata posta per un po’ di tempo all’interno del frigo. Andiamo a scoprire quali siano gli ingredienti occorrenti e la preparazione necessaria per offrire questa pietanza squisita in una cena o un pranzo, con amici o parenti.

Ingredienti e preparazione della pasta con crema di peperoni, caciotta e tonno

Questo squisito e colorato primo piatto non presenta una particolare difficoltà per essere realizzato, inoltre richiede circa una mezz’oretta tra tempo di preparazione e cottura finale. Le dosi indicate sono per quattro persone e il costo complessivo risulta davvero basso.

Ingredienti:

  • Peperoni rossi, 500 grammi;
  • Pasta (Penne rigate), 320 grammi;
  • Caciotta morbida, 150 grammi;
  • Tonno sott’olio in filetti, 135 grammi;
  • Aglio, uno spicchio;
  • Finocchietto selvatico, pepe nero, sale fino e olio extravergine d’oliva, quanto basta;

Preparazione:

Innanzitutto, si mondi il peperone rosso togliendo la calotta, i semi ed i filamenti al suo interno. Si tagli poi lo stesso a listarelle e, successivamente, in pezzettini di circa 3 centimetri. Se ne dovrebbero ricavare attorno a 350 grammi, di cui una trentina dovranno essere messi da parte, in quanto saranno utili per la decorazione conclusiva del piatto. Si metta adesso una pentola con dell’acqua salata sul fuoco, che servirà a cuocere la pasta in seguito.

Nel frattempo, si prenda una padella e vi si versi un filo d’olio, vi si aggiunga lo spicchio d’aglio schiacciato e si lasci rosolare per qualche minuto. Poi, si aggiungano i pezzettini di peperone e si sali il tutto, lasciando cuocere a fuoco medio per circa una decina di minuti, senza coprire col coperchio. I peperoni nella padella, infatti, dovranno essere adeguatamente cotti e ben bruniti. Appena l’acqua della pentola comincia a bollire, è possibile versarvi la pasta da cuocere.

Il passaggio successivo prevede che si tolga l’aglio dai peperoni e si pongano questi all’interno di un bicchiere molto alto e vi si aggiunga l’olio di oliva. A questo composto si unisca il rametto di finocchietto e si frulli il tutto con un mixer ad immersione, cercando di ottenere poi una crema che sia molto liscia. A parte, si grattugi la caciotta in maniera grossolana e si conservi momentaneamente. Una volta cotta la pasta, la si scoli e vi si versi dell’acqua corrente per farla raffreddare e poi si metta in una ciotola capiente.

Adesso si riprendano i 30 grammi di peperone messo da parte in precedenza e si tagli finemente. Poi si versi la crema di peperoni nella ciotola con la pasta, mescolando il tutto. Successivamente, si sfilacci con le mani il tonno sgocciolato e si unisca alla pasta e poi si aggiunga anche la caciotta morbida grattugiata. Ora non resta che mescolare bene tutto e porlo nei piatti. Ultimo passaggio è l’aggiunta dei pezzettini di peperone e del finocchietto e si porti in tavola la pietanza calda.

Alcuni consigli e indicazioni

Per quanto riguarda la conservazione della pasta, questa può essere tenuta nel frigorifero per circa due giorni. Per presentare questa ricetta nel periodo estivo e magari offrirla fredda ai propri commensali, la pasta può essere posta nel frigo per un paio d’ore. Per gli amanti dei sapori maggiormente decisi, è possibile aggiungere alla crema di peperoni anche un pizzico di paprika. Naturalmente, si può anche sostituire la caciotta morbida con un altro tipo di formaggio dello stesso genere, magari maggiormente gradito.       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.