Latte, formaggio e spinaci contro l’osteoporosi

L’avanzare del tempo sull’organismo, così come d’altronde su qualsiasi altro elemento, tende ad incidere fortemente. Un po’ come una macchina che col passare degli anni comincia a mostrare i primi problemi, anche il corpo umano può essere soggetto a degli acciacchi con l’invecchiamento. Tuttavia, se per le persone l’avanzare degli anni non si può fermare, almeno si possono attuare delle strategie o trovare strumenti per rallentarne gli effetti negativi sul nostro organismo.

Tra le problematiche maggiormente diffuse, vi è senz’altro l’osteoporosi, una patologia che tende a colpire in particolare le ossa del corpo rendendole più deboli, più fragili e pertanto oggetto di possibili fratture, soprattutto nelle persone che evidenziano un’età superiore ai 50 anni e nelle donne. Tra queste ultime, tale malattia colpisce, soltanto in Italia, almeno una persona su tre. Le parti del corpo maggiormente colpite, o comunque più soggette a fratture parziali o totali, sono caviglie, polsi, vertebre e femore.

Il sesso femminile risulta più soggetto a tale patologia, in quanto i cambiamenti ormonali che esse subiscono con l’arrivo della menopausa tendono a far accelerare un processo di diminuzione della loro densità ossea. E purtroppo l’osteoporosi, generalmente, non invia segnali premonitori, ma si può riscontrare solo a seguito di controlli sanitari. Per fortuna, tale patologia può essere fronteggiata attraverso diversi mezzi, tra cui l’alimentazione.

Una corretta alimentazione contro l’osteoporosi

Spesso una dieta alimentare viene seguita per tenersi in forma psicofisica, tuttavia esistono degli alimenti che aiutano l’organismo umano a difendersi meglio o a combattere talune patologie. I formaggi, ad esempio, oppure il latte, magari in combinazione con altri cibi o sostanze, possono aiutare tantissimo il corpo. Latte e formaggi, infatti, fortificano le ossa, in quanto contengono un elemento preziosissimo che è il calcio. Questo, inoltre, assieme all’attività sportiva, aiuta a combattere poi il colesterolo e gli stati d’ansia.

Non solo formaggio e latte, ma anche yogurt ed altri prodotti lattiero-caseari contengono questo minerale davvero importante per l’organismo di adulti e bambini. Tuttavia tali benefici possono ampliati, come vedremo, grazie all’assunzione di ulteriori alimenti. Tra questi, ad esempio, alcuni vegetali, come gli spinaci, che presentano delle considerevoli proprietà benefiche. Latte, formaggio e spinaci contro l’osteoporosi rappresentano degli ottimi strumenti di difesa.

Gli spinaci e l’osteoporosi

Questi sono un comune esempio di vegetale a foglia verde, disponibile solitamente nel periodo freddo e quindi invernale, anche se ormai presente sulle tavole italiane durante l’intero anno, e che contiene una buona quantità di calcio. Tale minerale, unito poi alla vitamina K, secondo alcuni studi, tenderebbe a proteggere le ossa e lo scheletro in generale e sarebbe davvero un’arma efficace per prevenire ed eventualmente combattere l’osteoporosi.

Gli spinaci presentano delle foglie croccanti e spesse e possono essere cucinate in tante modalità diverse, tuttavia per beneficiare delle loro proprietà si dovrebbero mangiare soprattutto cotte al vapore o addirittura crude, come si fa tradizionalmente con altre tipologie di verdure. Oltre al calcio, comunque, gli spinaci contengono anche della fondamentale vitamina C, elemento utile al rafforzamento del sistema immunitario del nostro organismo.

Per coloro che soffrono di problematiche di calcoli renali oppure con la tiroide, attenzione tuttavia a non mangiare troppi spinaci, questo vegetale infatti potrebbe creare maggiori disturbi per la salute. Comunque sia, in generale, latte, formaggi e spinaci restano dei preziosi alleati per prevenire numerose patologie o rallentare almeno la loro insorgenza. Tuttavia, l’alimentazione non è la sola arma a disposizione delle persone per poter avere cura del proprio benessere psicofisico.

Attività sportiva ed osteoporosi

Oltre ad una corretta alimentazione, un considerevole aiuto all’organismo deriva anche dalla costante pratica di un’attività sportiva. Se le camminate o corse all’aria aperta sono maggiormente consigliate per diverse ragioni (si pensi, ad esempio, al relax e al benessere derivante dal contatto con la natura), anche lo svolgimento di uno sport in palestra presenta diversi benefici, soprattutto nei freddi periodi invernali. Con le dovute cautele, anche per coloro che soffrono di osteoporosi e quindi di fragilità ossea. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.