Controlli nel settore caseario: come si mantiene la sicurezza nella filiera

Arrivati nel 2021, l’esigenza dei corretti strumenti di controllo in ambito della filiera lattiero-casearia ha consentito agli organi ufficiali, durante il corso degli anni di generare specifiche disposizioni volte a tutelare in modo più o meno rigido, la sicurezza e la tracciabilità di ogni singolo prodotto.

Un esempio possiamo riscontrarlo negli attestati HACCP e tutto il regolamento che gira intorno a questo sistema. Ovviamente, quello del sistema HACCP è soltanto un esempio, ma a supporto di queste disposizioni sono stata integrate pian piano dei metodi analitici con lo scopo di garantire, nei limiti del possibile, la qualità delle materie prime e, successivamente, dei prodotti finiti, direttamente all’interno delle aziende produttrici e in tempi brevi.

La diretta informativa organizzata da R-Biopharm

Il 23 Marzo, si è svolta una diretta a livello nazionale organizzata da R-Biopharm, la quale ha avuto lo scopo di illustrare in modo dettagliato quali sono le attuali procedure che garantiscono il corretto dosaggio dei parametri chimici presenti nel latte e i suoi derivati.

La diretta è stata molto specifica riguardo i vari metodi volti al rilevamento di micotossine e alla misurazione di altri elementi, come, ad esempio le vitamine. Insomma, R-Biopharm è entrata nello specifico, mostrando delle procedure molto tecniche e, allo stesso tempo, all’avanguardia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.