Tacchino ripieno con formaggio e noci: una ricetta da leccarsi i baffi

Il tacchino è una carne che solitamente viene preparata a cotoletta oppure utilizzata quando si vuole preparare un pasto leggero e veloce; altrimenti se parliamo della sua versione intera e maggiormente utilizzata durante le feste nella classica preparazione del tacchino ripieno del Ringraziamento In America. Volendo preparare una pietanza succulenta ma non complicata Come il tacchino del Thanksgiving day, allora potete preparare la nostra ricetta del tacchino ripieno con formaggio e noci.

Ingredienti per il tacchino ripieno con formaggio e noci

Per preparare la ricetta del tacchino ripieno con formaggio e noci per quattro persone avrete necessità di reperire alcuni ingredienti, ovvero:

  • 8 fette di carne di tacchino sottile ma integra;
  • Brodo di verdure q.b.;
  • 100 grammi di parmigiano reggiano grattugiato;
  • erbe aromatiche fresche q.b.;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 100 g di noci sgusciate;
  • 8 fette di caciotta La Pecorella;
  • Farina 00 q.b.;
  • aceto balsamico q.b.;
  • sale e pepe q.b.

Preparazione del tacchino ripieno con formaggio e noci

Iniziate la preparazione del tacchino ripieno con formaggio e noci gridando le erbette aromatiche che avete scelto, nel nostro caso, rosmarino, erba cipollina e salvia. In seguito, tritate anche le noci.

procedete alla preparazione della carne disponendo su ogni fetta una piccola quantità di erbe aromatiche, il formaggio grattugiato, le noci e la fetta di caciotta La Pecorella. Chiudete la fettina di carne con cura, arrotolandolo su se stessa e legandola con l’aiuto dello spago da cucina. Salate, pepate e infarinate i fagottini.

A questo punto fate rosolare i fagottini di tacchino ripieno con formaggio e noci in padella con l’olio e lo spicchio d’aglio in camicia. quando la carne sarà sigillata da tutte le parti potete aggiungere qualche mestolo di brodo per portare a termine la cottura. Ci vorranno circa 10 minuti con il tegame coperto.

Sta a voi scegliere se dare un tocco in più al tacchino ripieno con formaggio e noci aggiungendo in cottura qualche goccia di aceto balsamico da fare evaporare prima di servire in tavola!

Consigli per l’accompagnamento

Il tacchino ripieno con formaggio e noci è un piatto molto gustoso soprattutto grazie alla cremina che si forma con la farina e il brodo e la caciotta La Pecorella che fuoriesce dai rotolini. Si tratta già di una pietanza molto completa ma che risulta ancora migliore se accompagnata da un contorno elaborato, come ad esempio l’insalata russa o le verdure pastellate, ma anche da qualcosa di più semplice come delle verdure grigliate o addirittura un’insalata.

Ricordiamo che uno dei segreti per sorprendere i vostri ospiti in cucina consiste nell’utilizzare gli ingredienti quotidiani, cucinarli e presentarli in un modo diverso e con un poco di immaginazione.

L’importanza delle erbe aromatiche

Il tacchino ripieno con formaggio e noci ha un profumo ed un gusto particolare che viene dall’utilizzo delle erbe aromatiche tipiche della cucina mediterranea. gli aromi che abbiamo scelto per questa ricetta sono: il rosmarino, la salvia e l’erba cipollina. Ognuna di esse possiede delle caratteristiche che la rendono unica e che sono perfette per accompagnare la tenera e delicata carne di tacchino e il gusto deciso del formaggio.

Iniziamo dall’erba cipollina che è uno degli odori maggiormente utilizzati in Francia ma che sta prendendo piede anche in Italia entrando a far parte di ricette con carne, pesce, uova e formaggi ma anche in alcune zuppe e nelle insalate.

Parlando della salvia, invece, possiamo dire che è una delle erbe aromatiche maggiormente utilizzate da lungo tempo specialmente nel centro Italia. Chi non ha mai gustato e tradizionali ravioli conditi con burro e salvia? Un mix perfetto per il nostro palato! la salvia si può utilizzare anche nei ripieni e negli arrosti e non di rado viene servita fritta durante gli aperitivi.

Il rosmarino, infine, Non ha certo bisogno di tutte queste presentazioni. e un’erba aromatica che vediamo crescere spontanea lungo le strade, che coltiviamo sui nostri balconi e che non manca mai nella nostra dispensa per condire il pollo o le patate che senza di lui avrebbero tutto un altro sapore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.