Patate al forno ripiene di formaggio: una variante golosa da proporre alla tua famiglia

Oggi vogliamo proporvi una variante molto interessante e sfiziosa di un piatto che sicuramente mette d’accordo tutta la famiglia, già nella sua versione classica: le patate al forno. la rivisitazione che stiamo per proporvi è davvero semplice da preparare, si tratta infatti delle patate al forno ripiene di formaggio.

Le patate ripiene possono essere di diversi tipi, dal formaggio, al prosciutto o il guanciale, questi alimenti sono tutti perfetti per essere utilizzati come riempimento delle patate al forno.

La versione che vi proponiamo oggi e una delle più amate e cucinate e prevede una farcitura di formaggio filante, vi consigliamo in tal proposito la nostra caciotta la Pecorella, unito ad un pasticcio di carne trita. Vi suggeriamo di scegliere una tipologia di patate adatta ad essere mangiata con la buccia. L’obiettivo è quello di rendere le patate estremamente croccanti fuori ma molto morbide e filanti, grazie al formaggio, dentro. Utilizzando una tipologia adatta ad essere cotta e consumata con la buccia riuscirete ad accentuare ancora di più l’effetto croccante esterno e, grazie al formaggio, riuscirete a creare il classico effetto filante che mette sempre d’accordo tutti i palati.

Insomma, vi stiamo provenendo una ricetta semplice ma deliziosa allo stesso tempo, vediamo insieme gli ingredienti e la preparazione.

Ingredienti per quattro persone

  • Quattro patate (prestate attenzione che siano più o meno della stessa dimensione)
  • 120 grammi di carne trita di manzo
  • 40 grammi di caciotta la Pecorella
  • 40 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • uno spicchio d’aglio
  • 30 grammi di olio extravergine di oliva
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • sale fino e pepe nero quanto basta

Preparazione e cottura

Iniziamo ora la preparazione, per poi passare alla cottura delle patate al forno ripiene di formaggio e carne trita di manzo. Per cominciare, come già accennato negli ingredienti, vi consigliamo di scegliere dei tuberi delle stesse dimensioni, questo per non trovarvi poi, in fase di cottura una patata più cotta e croccante e un’altra ancora cruda.

Una volta scelte le patate lavatele accuratamente ed eliminate tutti i frammenti di terra che sicuramente troverete sulla buccia. Questa fase è molto importante soprattutto nel caso in cui, come abbiamo consigliato, non volete sbucciare le patate.

Mentre lavate le patate, iniziate a scaldare il forno tra i 180 ° e 200 ° e una volta che avrà raggiunto la temperatura giusta, mettete a cuocere le patate, disposte accuratamente su una teglia coperta da carta forno.

Riguardo i tempi di cottura non possiamo darvi un’idea chiara e precisa, in quanto questi ultimi dipendono dal peso delle patate, quindi vi consigliamo di monitorarle mentre sono in forno e controllare la loro consistenza, periodicamente, infilzandole con uno stecchino o una forchetta. La cottura dipende anche dal vostro gusto personale, se preferite un effetto particolarmente croccante vi consigliamo di farle cuocere per più tempo.

Mentre le patate sono in forno a cuocere, fate soffriggere lo spicchio d’aglio in una padella con dell’olio e, una volta che quest’ultimo si sarà sufficientemente insaporito, buttate via l’aglio e mettete all’interno del soffritto la carne macinata che dovrà rosolare per circa 10 minuti. Mentre la carne è in fase di cottura, dovrete girarla costantemente e, se di vostro gradimento, sfumarlo con del vino bianco. Fate attenzione che l’alcool del vino sfumi del tutto e, una volta che sarà evaporato, spegnete il fuoco e mettete il macinato da parte in un contenitore.

Quando pensate che le patate abbiano raggiunto la giusta cottura toglietele dal forno e scavatene via la polpa. Unite la polpa di patate al macinato e, mentre l’impasto è ancora caldo, aggiungete i cubetti di caciotta insieme al parmigiano grattugiato che, in questo modo, grazie al calore delle patate conferiranno l’effetto filante desiderato.

Finalmente le vostre patate sono pronte, aggiungete sale e pepe e servitele in tavola ancora calde, buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.