Preparare il danubio salato: ricetta e consigli

Il danubio salato rappresenta uno fra i rustici più celebri nella cucina partenopea, assieme all’intramontabile babà salato, al famosissimo casatiello e all’immancabile tortano, non si può non citare il danubio salato tipico della tavola delle feste. Con la sua forma accattivante attira la convivialità e, posto al centro del tavolo, ogni pallina va staccata rigorosamente con le dita! I bocconcini morbidi racchiudono un filante e saporito ripieno da scoprire morso dopo morso con autentica goduria. L’origine della tradizione di preparare il danubio salato è connessa a due leggende diverse: la prima dice che la nascita del danubio sia da attribuire alla zia austriaca del famoso pasticcere napoletano conosciuto in tutto il mondo, Scaturchio; la seconda, invece l’altra riporta all’epoca dei Borbone al tempo del matrimonio fra Maria Carolina d’Asburgo Lorena e Ferdinando I con le influenze culinarie degli chef viennesi. Quindi, le radici di questo strepitoso piatto sono dubbie, invece quello che è certo è la sua bontà!

Ingredienti per preparare il danubio salato

Con le dosi della nostra ricetta per preparare il danubio salato ricaverete circa 20 palline e vi occorreranno:

  • 230 grammi di latte intero;
  • 550 grammi di farina di tipo manitoba;
  • 5° grammi di olio extravergine d’oliva;
  • 30 grammi di zucchero;
  • 1 uovo medio;
  • 10 grammi di sale fino;
  • 15 grammi di lievito di birra fresco.

Per preparare la farcia, invece, dovrete disporre di:

  • 120 grammi di prosciutto cotto;
  • 100 grammi di caciotta La Pecorella.

Per spennellare ogni pallina e ottenere un’accattivante doratura vi serviranno:

  • 20 grammi di latte intero;
  • 1 tuorlo.

Passaggi per preparare il danubio salato

Per preparare il danubio salato iniziate facendo l’impasto che va lavorato direttamente nella ciotola. Ponetevi quindi la farina e il lievito sbriciolato. Aggiungete lo zucchero, il sale e l’uovo. Solo alla fine versate il latte ed iniziate ad impastare raccogliendo tutti gli ingredienti. Appena il composto comincia a prendere una bella consistenza aggiungete l’olio a filo e continuate ad impastare con le mani. Quando l’impasto inizierà a prendere forma trasferitelo sul piano da lavoro e manipolatelo sino ad ottenere un composto omogeneo e liscio. Formate quindi una palla e rimettetela nella ciotola, copritela con la pellicola alimentare e ponetela a lievitare circa 3 ore nel forno spento con luce accesa. Quando il tempo di lievitazione sarà trascorso, il panetto sarà raddoppiato di.

Intanto preparate la farcia tritando il prosciutto cotto e tagliando a cubetti la caciotta La Pecorella.

Riprendete l’impasto e dividetelo a metà con un tarocco. Arrotolate la prima metà per ottenere un salsicciotto che dividerete in 10 pezzi uguali. Fate lo stesso con l’altra metà dell’impasto per ottenere un totale di 20 pezzi. Ogni pezzo di impasto, ora, dovrà essere appiattito leggermente e farcito generosamente con prosciutto e formaggio. Richiudete a formare una pallina. Quando avrete farcito tutte le palline ponetele in una teglia oleata mettendole con la chiusura verso il basso. Coprite la teglia con la pellicola e mettetela a lievitare per altri 30 minuti.

Intanto fate riscaldare il forno a 180° e preparate la miscela che spennellerete per la doratura sbattendo il tuorlo col latte. Cuocete il danubio per 30 minuti circa nella griglia centrale del forno. Servitelo tiepido.

Consigli e conservazione

Potete conservare il vostro danubio salato già cotto in un sacchetto per alimenti circa 2 giorni, oppure, potete congelarlo da crudo, appena prima della seconda lievitazione; poi lo scongelerete in frigorifero e poi lo farete rinvenire un po’ a temperatura ambiente prima di metterlo in forno.

Infine potete personalizzate la farcia del danubio salato come più vi piace usando formaggi e salumi diversi. Potete poi guarnire distribuendo sulla superficie dei semi di sesamo o di papavero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.