Latte crudo e latte pastorizzato: il primo non si digerisce meglio del secondo

Arrivano notizie non troppo gradevoli per chi è intollerante al lattosio e spera che il latte crudo risultasse un po’ più facile da digerire di quello pastorizzato. Infatti, secondo una nuova ricerca condotta dalla Stanford University School di Medicina è stato di mostrato che vi sono ben poche differenze fra le due tipologie di latte per quanto riguarda l’aspetto della digeribilità.

La ricerca

Nanetta mista al Peperoncino

Lo studio che è stato pubblicato sul giornale di settore Annals of Family Medicine e ha coinvolto pochissimi partecipanti, per l’esattezza sedici ma, secondo i ricercatori ci sono stati dei risultati molto coerenti tra tutti i volontari e sono state messe in discussione delle affermazioni che, per tradizione, riguardano il latte crudo, conosciuto altresì come non pastorizzato. Non vi è quindi alcuna traccia del beneficio del latte crudo come ha dimostrato lo studio spiegato da Christopher Gardner, uno degli autori della ricerca. È stimato che una percentuale inferiore all’1% della popolazione mondiale beve latte crudo però, sottolineano i ricercatori, si pensa spesso che gli integratori composti da latte crudo abbiano benefici particolari che invece non hanno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.