Formaggi, ecco quali bevande vi si possono abbinare

Il nostro Paese è riconosciuto a livello internazionale per la sua ottima cucina e per la considerevole varietà e bontà di prodotti gastronomici presenti nelle varie regioni. Tra questi, un posto d’eccellenza sicuramente è occupato dai formaggi. Ne esistono di ogni genere, da quelli più noti e celebrati a quelli presenti soltanto in alcune aree territoriali, ma che spesso non hanno nulla da invidiare ai primi. Bontà casearie regionali che possono competere senza problemi con le produzioni dei cugini francesi.

Su ogni tavola che si rispetti, a pranzo o a cena, non devono mancare tali prelibatezze e spesso vengono accompagnati da altri alimenti, come frutta, pane, marmellate e composte varie. Tuttavia, i formaggi si possono accostare anche alle bevande, di vario genere, che vengono consumate ogni giorno. Un esempio su tutti, il vino. Cerchiamo di scoprire quali i possibili abbinamenti tra formaggi e bevande si possono effettuare ed in che modo si possono accostare alcune eccellenze della gastronomia italiana.

Vino e formaggio, un’accoppiata vincente

Associare questi due prodotti celebri del nostro Paese è ormai consueto per ogni pranzo o cena che si rispetti, sia con parenti che con amici. In questo caso, a determinare la tipologia di vino più adatto al formaggio è il livello di stagionatura di quest’ultimo e l’intensità del suo sapore. 

In generale, si consiglia di gustare un vino bianco secco per quei prodotti caseari a bassa intensità aromatica; un vino rosso d’annata invece per quelli semi-stagionati; vini particolarmente invecchiati si devono bere man mano che aumenta l’intensità dei sapori del formaggio; un buon passito o vino liquoroso per quelli ad alta gradazione di sapore. Tuttavia, tali abbinamenti sono consigliati, ma è possibile anche apportare varianti ed essere originali, unendo prodotti differenti.

Tanti possono essere gli esempi che si possono fare. Il parmigiano reggiano si associa bene ad un Chianti Classico, un Lambrusco o un Cirò. Con un formaggio di media intensità, ma dal sapore deciso (il pecorino piccante ad esempio) va bene invece un Brunello o un Barbaresco. Se invece si sta assaporando un Asiago o un Emmenthal, è meglio bere un vino rosso delicato. 

L’abbinamento ideale per un formaggio maggiormente cremoso (Brie o Camembert) è quello con un rosso fino. Il Taleggio invece si accosta bene ad un bianco secco e corposo ma dall’aroma robusto. Infine, per gli erborinati che presentano un sapore forte, va associato un rosso deciso. Se invece si sta mangiando un erborinato più dolce e cremoso, come un gorgonzola dolce, allora la scelta ideale è un vino più fruttato.

Un accostamento recente ma davvero originale

Negli ultimi tempi, accanto ai formaggi si sta sempre più accostando la birra. Da alcuni è considerato un azzardo, mentre da altri sarebbe invece un abbinamento davvero prelibato. Secondo gli esperti, una lager di media gradazione si associa bene al parmigiano reggiano o al grana padano. Una blanche di origine belga invece si accosterebbe perfettamente a formaggi dal sapore più deciso, come quelli caprini.

Se si gusta un Taleggio o provolone, quindi prodotti con sapori forti, allora si dovrebbe bere una birra con note aromatiche altrettanto decise, magari una pils. Con il Puzzone di Moena o la Toma piemontese, ad esempio, sarebbe meglio associare un’altra birra sempre molto aromatica, come una bock. Quelle a doppio malto invece si consigliano per prodotti particolarmente intensi, come Pecorino o Gorgonzola.

Cocktail e formaggi, un mix dal sapore deciso

Altro nuovo abbinamento che si sta scoprendo man mano sempre più felice è quello tra prodotti caseari e cocktail. Coloro che amano il mojito potrebbero associarlo ad esempio ad un formaggio burroso come può essere il taleggio fresco. Un gin tonic, invece, si accosterebbe bene ad un caprino. Il classico e famoso Spritz potrebbe essere gustato felicemente con del parmigiano reggiano o grana padano.

Poi, mentre si gusta un buon quartirolo o una caciotta, si potrebbe assaporare meglio con un Moonlime. Si adatta meglio all’Emotional Mai Tai invece un formaggio a lunga stagionatura come il bitto. Gli erborinati come il gorgonzola o il roquefort poi sono ottimi se uniti ad un Urban Emotion.

Come si può notare, ogni genere di formaggio, magari all’interno di un tagliere, può trovare il giusto accostamento con un buon vino, birra o cocktail, in base ai propri gusti. Considerando la varietà di ottimi prodotti caseari, anche regionali, come quelli de La Pecorella, non c’è che l’imbarazzo della scelta. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.