Gnocchi di ricotta, una ricetta gustosa ed originale

Rappresentano un primo davvero prelibato e molto ricercato da adulti e bambini, gli gnocchi di patate sono tra i piatti della tradizione italiana maggiormente richiesti, soprattutto la domenica. Sono tante le ricette che si possono realizzare partendo da questa prelibatezza, dalla classica gnocchi alla Sorrentina a quelli al gorgonzola o alla zucca. Tuttavia, per variare un po’ un pranzo tradizionale, è possibile fare a meno delle patate e realizzare invece degli gnocchi alla ricotta.

Un primo davvero originale ma altrettanto gustoso, destinato a coloro che amano realizzare ed assaggiare delle varianti. In questo caso per preparare gli gnocchi si utilizza una ricotta fresca, come ad esempio può essere quella de La Pecorella ed in particolare la sua ricotta mista con panna. Una vera e propria prelibatezza. Andiamo quindi a vedere come è possibile realizzare questo primo piatto, magari da presentare ad un bel pranzo in famiglia o con gli amici.

Tempi di preparazione ed ingredienti

Ricotta mista con Panna

Ricordiamo che tale ricetta è di media difficoltà, quindi richiede un po’ di esperienza in cucina, mentre il tempo stimato per realizzarli è di circa un’ora e mezza (tra preparazione e cottura). Le dosi degli ingredienti utilizzati sono per 6 persone e vediamo quali sono nello specifico.

  • Ricotta mista con panna La Pecorella, 500 grammi;
  • Farina tipo 00, 200 grammi;
  • Parmigiano Reggiano, 120 grammi;
  • Uova, 2 unità;
  • Sale, pepe bianco e semola (per spolverizzare in piano del tavolo), quanto basta;

Per il sugo:

  • Passata di pomodoro, 500 grammi;
  • Basilico, 6 foglie;
  • Aglio, 1 spicchio;
  • Olio Extra Vergine d’Oliva, 3 cucchiai;
  • Sale fino, quanto basta

Preparazione del piatto

Prima di tutto, è necessario far perdere alla ricotta il liquido in eccesso, quindi bisogna farla scolare in un colino, da mettere in frigo per circa 2 ore. Comunque, si versi in un tegame l’olio, aggiungendovi l’aglio per farlo imbiondire, in seguito si può inserire la passata di pomodoro. A questo punto è possibile aggiungere il sale, mescolando. Adesso si deve lasciare cuocere il tutto per una mezz’ora, continuando a mescolare qualche volta. Passato questo tempo, si può togliere l’aglio e aggiungere il basilico.

Durante la fase di cottura del sugo, si può prendere la ricotta, setacciarla e versarla in una ciotola assieme al Parmigiano, alle uova leggermente sbattute, ad un pizzico di sale e al pepe bianco. Infine, bisogna aggiungere pian piano la farina, per potersi regolare con l’impasto e la sua consistenza, al fine di renderlo compatto e soffice. Una volta raggiunto il livello adeguato, si può trasferire lo stesso su un piano di lavoro.

Prima di procedere alla preparazione degli gnocchi, si metta sul fuoco un tegame con molta acqua da salare in seguito, quando inizia a bollire. Importante poi è spolverizzare il tavolo con la semola, in seguito si può iniziare a modellare un po’ di impasto per farne un piccolo filone dal diametro di circa 2 centimetri. Adesso, con un piccolo coltello, sempre infarinato con la semola, si possono tagliare dei tocchi di circa 1,5 centimetri. Mentre vengono realizzati, questi si possono mettere su un canovaccio infarinato sempre con semola.

A questo punto, si possono far cuocere gli gnocchi appena preparati nel tegame con l’acqua (non versandoli tutti assieme, ma in alcune tornate, per evitare una cottura non omogenea). Quando cominceranno a risalire in superficie si possono togliere e, successivamente, si potranno versare nel tegame dove vi è il sugo. Si continui a farli bollire un altro po’ all’interno di questo, mescolando il tutto. Quando pronti, si possono togliere e mettere in un piatto per essere presentati caldi in tavola.

Alcuni consigli e la loro conservazione

Per dare un tocco ancora più originale a questo piatto, si potrebbe aggiungere del peperoncino al soffritto di aglio e olio. Ciò renderà il sugo un po’ più piccante e saporito. Nel caso non si amasse il peperoncino, si può inserire un trito di erbe aromatiche all’impasto stesso degli gnocchi, per darne un profumo ancora più intenso.

Per quanto riguarda invece la loro conservazione, gli gnocchi eventualmente rimasti si possono porre in frigo, ma per non più di un giorno. Comunque, è sconsigliato il loro congelamento.       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.