Quali i formaggi contro la gastrite

Rappresenta un disturbo molto più diffuso di quel che si crede e tende a colpire uomini e donne, senza alcuna distinzione peculiare di età, area geografica o altre caratteristiche, la gastrite tuttavia risulta particolarmente fastidiosa in quanto può manifestarsi attraverso svariate forme: dal semplice bruciore di stomaco fino addirittura al vomito o alla diarrea. Fortunatamente essa si può curare, attraverso una modifica, come vedremo, degli stili di vita ed alimentare dei soggetti colpiti.

Una funzione fondamentale per combattere tale disturbo è quindi proprio giocata dall’alimentazione. Infatti, da un lato, i soggetti che ne soffrono dovranno evitare di assumere alcuni alimenti che provocano o stimolano la gastrite, mentre dall’altro potranno mangiare altri prodotti che ne riducono i disturbi. Tra questi ultimi, ad esempio, un certo tipo di frutta e alcune tipologie di formaggi. E a proposito di questi, possiamo andare a scoprire quali sono i formaggi contro la gastrite che sono maggiormente efficaci.

Conosciamo meglio questo fastidioso disturbo

La gastrite non è altro che un’infiammazione, acuta o cronica, che colpisce le pareti dello stomaco e la mucosa gastrica e si manifesta attraverso una considerevole varietà di sintomi, che vanno da quelli più lievi fino a quelli più gravi. Tra i primi possiamo includere la pirosi gastrica (il tradizionale bruciore di stomaco), inappetenenza ed aerofagia, mentre tra i secondi vi sono i crampi addominali, la diarrea, il meteorismo ed il vomito.

La forma acuta di tale infiammazione è dovuta soprattutto ad uno stile di vita non salutare ed equilibrato ed un’alimentazione particolarmente pesante e non variegata. La sua forma cronica è invece causata principalmente da un’infezione gastrica determinata dall’Helicobacter pylori, un batterio che può infiammare la zona dell’organismo dove è presente. Comunque, tale fastidioso disturbo può essere curato ed anche prevenuto facilmente attraverso un cambiamento di comportamenti di vita ed abitudini alimentari.

A questo proposito, tale infiammazione può essere provocata, ad esempio, da stress, dal consumo eccessivo di alcool, dal fumo, da un’alimentazione particolarmente piccante o eccessivamente grassa e dall’assunzione di alcuni tipi di farmaci. Di conseguenza, cercando di limitare le fonti di stress, eliminando o riducendo fumo e alcool, assumendo minori quantità di insaccati, carni grasse, spezie, bevande gassate, caffé ed in generale alimenti molto grassi e proteici, si potrà combattere in maniera efficace questo disturbo.

Quali i formaggi più adatti in presenza di tale infiammazione

Ricotta mista con Panna

Come abbiamo visto, la gastrite dipende molto dalla tipologia di alimenti che assumiamo nei nostri pasti quotidiani. Tra i cibi consigliati per evitarla o curarla, oltre al pesce ed alla carne magra e agli ortaggi, vi sono alcune tipologie di formaggi particolarmente adatti e che sono quelli cosiddetti freschi e gli yogurt. Tra questi possiamo annoverare, ad esempio, la mozzarella, la ricotta, la crescenza, i fiocchi di latte, il primo sale e la robiola.

Sono definiti freschi quei prodotti derivanti dal latte e che non subiscono un processo di stagionatura e devono essere consumati entro breve tempo. Si distinguono, tra le altre cose, in quanto contengono i fermenti lattici vivi, una considerevole presenza d’acqua ed una bassa percentuale di grassi. Per quanto riguarda gli yogurt, invece, sono consigliabili quelli magri, cioè quelli ottenuti da latte scremato o comunque a ridotto contenuto di grassi appunto.

Sono invece assolutamente da evitare per coloro che soffrono di questo disturbo i formaggi stagionati o fermentati e quelli particolarmente piccanti, tra cui troviamo il Gorgonzola, il Roquefort, l’Emmenthaler, il Grana Padano ed il Parmigiano Reggiano. E se proprio non si riesce a fare a meno di questi prodotti, allora si consiglia di mangiarne modeste quantità e non in maniera frequente.

Consigli generali

Se si svolge una costante attività fisica, si evitano il fumo e l’assunzione di alcool, si segue una dieta alimentare bilanciata e varia, in cui si mangia tutto attraverso preparazioni semplici e non particolarmente pesanti (come ad esempio la cottura al vapore o al forno), allora questo genere di infiammazione dello stomaco può essere efficamente curato e risolto, almeno nelle sue forme meno gravi.   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.