Salmone e formaggio: gli arrotolati

Ci sono alcuni cibi che danno il loro meglio se gustati al naturale, con cottura semplice e poco condimento. Altri, sono ancora più buoni addirittura mangiati crudi, come alcuni tipi di pesce particolarmente raffinati: è il caso del salmone. Nonostante quanto detto, esistono alcune ricette, semplici negli accoppiamenti, che esaltano in modo particolare il sapore di questi cibi raffinati. Un alimento che si sposa molto bene con il sapore leggero, ma intenso, del salmone è la robiola.
Se poi si vuole fare i sofisticati della cucina e sorprendere i propri commensali con un mix di alimenti ancora più gustoso, ci si possono aggiungere delle mai banali verdure grigliate: in questo caso, melanzane e zucchine grigliate.

In conclusione, andremo oggi a realizzare degli sfiziosi arrotolati di salmone, robiola e verdure che possono essere serviti sia come antipasto, sia come una particolare merenda, sia per accompagnare un buon vino bianco.

Ingredienti

Con sole 130 kcal per porzione, gli ingredienti che ci serviranno per questa particolare ricetta sono:

  • Un filetto di salmone da 300g;
  • 150g di melanzane;
  • 200g di zucchine;
  • 100g di robiola o altro formaggio cremoso;
  • 20g di miele millefiori o acacia;
  • 10g di salsa di soia dolce.

Questi ingredienti sono sufficienti per realizzare otto arrotolati. Per tanto, ciascuna delle quantità indicate va divisa per otto parti al fine di realizzare gli arrotolati.

Preparazione

La prima cosa da fare per iniziare è occuparsi delle verdure: bisogna lavare, spuntare e affettare sottilmente le melanzane con una mandolina, dopodiché effettuare le stesse operazioni con le zucchine. È importante che siano tagliate in modo molto, molto sottile, perché altrimenti si rivelerà difficile la preparazione dei rotoli.
Dunque, scaldare una griglia di ghisa o una padella antiaderente e far grigliare le verdure a fuoco medio, avendo premura di girarle da entrambi i lati, per 4-5 minuti circa.

Dopo aver verificato che il filetto di salmone, di cui raccomandiamo assolutamente l’alta qualità, non abbia lische (e, in caso contrario, dopo averle rimosse con l’aiuto di una pinza da cucina), tagliarlo in otto fette, non eccessivamente sottili. Questa fase del processo potrebbe essere particolarmente difficile se non si dispone dell’attrezzatura adatta; in questo caso, si consiglia di farlo tagliare direttamente in pescheria.

Adagiare, su ogni fetta di filetto di salmone, due fettine di zucchine e, nel mezzo, una fettina di melanzana. La quantità delle fettine varierà in base a quanto sottilmente sono state tagliate le verdure. In questo caso, è importante che vengano almeno 16 fettine di zucchine e 8 di melanzane e, in ogni caso, bisogna cercare di raggiungere multipli di 8 (8, 16, 24, 32) affinché non ci sia eterogeneità tra i vari arrotolati.

Una volta effettuata questa delicata operazione, sarà necessario procedere con la robiola. Con l’aiuto di un coltello, spalmare omogeneamente con l’aiuto di un coltello la robiola in ogni parte del salmone e su ciascuno dei pezzi ottenuti dalla preparazione precedente.

Ora, si può arrotolare la fettina di salmone fino a quando non otterrete la forma di un rotolo. Ripetere questo procedimento per ogni rotolo fino a terminare gli ingredienti.

Ora, dopo aver scaldato a fuoco alto una padella antiaderente, far scottare per mezzo minuto gli arrotolati di salmone, avendo cura di cuocere tutti i lati girandoli.

Ora, mescolare bene in una ciotolina il miele millefiori o acacia e la salsa di soia e, dopo aver ottenuto un composto omogeneo, utilizzarla per servire i nostri arrotolati.

 Consigli

Si consiglia il consumo immediato degli arrotolati. Se ciò non è possibile, possono essere conservati in frigorifero, ma all’interno di un contenitore ermetico per un solo giorno. È sconsigliata la congelazione, che farebbe perdere qualità alla ricetta in sapore e consistenza.

Oltre alla robiola (e ai formaggi cremosi in generale), il salmone è molto buono anche con una fettina, sempre molto sottile, di scamorza affumicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.