LunaFarm: il parco divertimento a tema cibo di Eataly

L’apertura, 4 anni fa di FICO da parte di Oscar Farinetti e di Eataly, fu un grande evento per la città di Bologna e per tutta l’Italia. Ora stupisce ancora con l’apertura di un parco divertimento a tema cibo all’interno di FICO stesso: Luna Farm

La nascita di FICO

Il colosso della cucina italiana nel mondo, aveva stupito tutti con l’apertura di un grande parco agroalimentare, dove andare per conoscere al meglio la cucina italiana e le sue materie prime. Aperto nel novembre del 2017, vede coinvolta l’amministrazione comunale di bologna con Oscar Farinetti (fondatore di Eataly) e si presenta come un’esposizione e contenitore di materie prime alimentari italiane e tutta una serie di eventi dedicati appunto al cibo

Quasi 200 aziende vivono FICO, con 40 “fabbriche” dove possono vendere, somministrare e produrre i loro prodotti. Importanti aziende italiane, come Baladin che produce alcune birre all’interno, o Granarolo con le sue mozzarelle, rendono questo un luogo importante per tutta la filiera italiana. 

Il tutto è ancora più arricchito dalle aree tematiche, attrazioni educative, un centro congressi da mille posti e 50 punti ristoro.  Anche l’indotto ne ha giovato con tanti allevamenti di bestiame nati nelle vicinanze e con più di un migliaio di posti di lavoro creati. 

Luna Farm: il nuovo parco di divertimento 

A partire da questa estate FICO, ha deciso di allargarsi con un parco di divertimento a tema cibo. Grazie alla collaborazione tra Eataly e Coop Alleanza ed un investimento economico importante (si parla di 5 milioni di euro), il parco agroalimentare si rinnova inserendo l’intrattenimento tra le sue mission. 

Se all’esordio FICO era un luogo di educazione alimentare e di spinta economica per le aziende, ora abbraccia anche un’anima più legata al divertimento delle famiglie

Si tratta di Luna Farm, un luogo di svago adatto alle famiglie con attrazioni più classiche come le giostre e aree più innovative dedicate alla realtà virtuale, sempre a tema cibo.  Sarà possibile vivere un bel giro su un mulino trasformato in ruota panoramica, cavalcare un cannolo siciliano o dondolarsi con un’altalena in un frutteto. 

In particolare colpiscono le 5 giostre multimediali in collaborazione con la rivista scientifica Focus, che propongo un percorso tra gli elementi fondamentali per l’umanità come il fuoco, la terra, il mare e gli animali. 

Ovviamente non mancano lo shop per i souvenir, le mascottte a tema contadino ed un punto ristoro con cibo sano e di qualità. 

Un parco sensoriale

Non solo la nascita di Luna Farm, ma FICO cambia faccia, trasformandosi in un grande parco sensoriale in cui risvegliare i nostri 5 sensi. 

Fin dall’inizio, veniamo accolti da un’esperienza nuova: una vera e propria fattoria degli animali. Qui sarà possibile provare a spazzolare un cavallo, mungere una mucca o imparare ad accudire altri animali da fattoria come caprette, galline e conigli.

Ci saranno poi 7 aree tematiche, dedicate ad altrettante eccellenze agroalimentari italiane. Ad esempio potremmo entrare nel mondo dei formaggi e ammirare una forma di formaggio alta 6 metri, o gustare un prodotto italiano come la pasta. 

Non mancheranno ovviamente l’area dedicata al vino, ai dolci e ai segreti della produzione dell’olio.

A completare il tutto, ci saranno grandi eventi e show cooking multimediali, dove vivere la produzione di tanti prodotti come la pasta, la birra, il pane, i formaggi e tanti altri.  

I prezzi

SI confermato i prezzi competitivi e per tutte le esigenze familiari del caso. Se vogliamo accedere solo al parco di divertimento a tema cibo Luna Farm, sarà possibile farlo al prezzo di 8€. Se invece vogliamo visitare sia il parco agroalimentare di FICO ed il parco divertimento il prezzo sarà di 10€. 

Il costo si rivela ancora una volta molto competitivo e decisamente appetibile, vista la grande di FICO e le tante attività che possiamo goderci all’interno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.