Proteggere i denti con il latte: un prezioso alleato

È noto che gli alimenti ricchi di calcio aiutano a rinforzare le ossa e mantenere in salute i denti. Il latte è senza dubbio uno di questi alimenti. La tradizionale tazza di latte a colazione è una sana e buona abitudine, ma attenzione a non zuccherare il latte o ai tipi di biscotti e cereali che vi si abbinano. L’importante è mantenere sempre un’igiene orale corretta. Come il latte, il formaggio è un valido alleato per la cura dei denti. Uno studio olandese ha dimostrato come un gruppo di bambini di età compresa tra i 7 e i 9 anni che ha assunto 5 gr di formaggio tutti i giorni a colazione per due anni, avevano meno carie dei bambini che assumevano una colazione standard senza formaggio. I formaggi che fanno bene ai denti sono il brie e il Gorgonzola perché ricchi di probiotici, allo stesso modo tutti gli yogurt vanno bene perché riducono i batteri nocivi, popolando il cavo orale di batteri protettivi e benefici. La corretta igiene orale abbinata all’alimentazione sana e bilanciata fa la differenza anche nella cura dentale.

Il latte, un alleato fondamentale per i denti degli sportivi

Coloro che praticano sport di resistenza, come i biker e i runner, hanno una salivazione ridotta durante l’attività e questo comporta una riduzione dell’effetto “tampone” della saliva che protegge i denti. Cosa fare? Bere un bicchiere di latte contribuisce a neutralizzare l’acidità orale, oltre a reintegrare l’acqua e i Sali minerali persi durante l’attività fisica.

Il latte è il miglior “sport drink” e integratore naturale per gli sportivi in quanto:

  • Favorisce lo sviluppo muscolare grazie all’apporto proteico;
  • Riduce la massa grassa;
  • Favorisce il recupero dopo le attività sportive intensive;
  • Contrasta l’effetto dell’acidità orale provocato dalla respirazione di chi svolge sport o attività di resistenza.

Gli studi che confermano gli effetti positivi del latte in chi pratica sport a livello agonistico o amatoriale si moltiplicano. La ricerca dell’INSEP di Parigi conferma che il latte è la bevanda naturale migliore per gli sportivi, per i motivi già esposti, e anche come integratore di Sali minerali, oligoelementi e proteine in fase di post-allenamento. Bere il latte per salvaguardare la salute dei denti è particolarmente indicato per i giovani i quali hanno fisiologicamente uno smalto poroso e più soggetto all’aggressione degli acidi, soprattutto quelle delle bevande zuccherine ed energetiche. Il latte scremato è la bevanda più efficace per mantenere la salute dei denti, ricco di calcio e fosforo contribuisce a neutralizzare l’acidità presente nel cavo orale. A sigillare la bontà del latte per la salute in genere, contribuisce anche uno studio pubblicato sul British Journal of Nutrition secondo cui il latte – per la sua elevata concentrazione di elettroliti – è la bevanda in assoluto più performante per riuscire a ripristinare la perdita di sali e liquidi, e quindi a reidratarsi. Infine, in quanto alimento completo non necessita di integrazioni ed è da preferire alle pillole o alle bevande “create” in laboratorio.

Sostanze e alimenti salva sorriso

I denti hanno bisogno di determinati nutrienti per restare in salute, come il calcio che è notoriamente presente nel latte e tutti i suoi derivati, ma anche nei fagioli, ceci, verdure a foglie verde e prodotti del pescato (pesci azzurri, polpo e calamari). I denti necessitano di fluoro per ri-mineralizzare lo smalto e lo si assume consumando pesce, frutti di mare, patate, spinaci e cereali. Il benessere dei denti passa anche per il fosforo che di trova in particolare nel pecorino, nella frutta secca, crusca, cacao, uova. Ugualmente il magnesio che serve a stabilizzare i denti sensibili e curare le gengive può essere integrato nell’alimentazione con le lenticchie, i carciofi, il cioccolato amaro, i cereali integrali, il mais e la frutta secca. Infine, lo zinco che ha proprietà antibatteriche e deodoranti contribuisce alla cura e alla salute dei denti.

Oltre alla corretta alimentazione, è importante sempre un’adeguata igiene orale, spazzolando i denti con regolarità e dopo ogni pasto, riducendo l’assunzione di cibi e sostanze zuccherine e visite odontoiatriche regolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.