Sardegna, al via la tracciabilità di latte e prodotti ovicaprini

Di recente, nella regione Sardegna è stato istituito un sistema per la rilevazione e le analisi delle produzioni lattiero-casearie nel settore ovino e caprino, effettuate nell’ambito territoriale sardo. Tale meccanismo, inoltre, monitora le quantità di ogni prodotto ceduto e relative giacenze detenute nei depositi. Obiettivo finale è un’attività di monitoraggio per la programmazione delle produzioni e di eventuali interventi dell’amministrazione sarda a favore di questo comparto fondamentale.

Tale sistema, avviato grazie all’approvazione di un disegno di legge regionale, non solo riconosce il valore economico-sociale dell’allevamento ovo-caprino e delle sue produzioni locali, ma stabilisce anche un meccanismo di dichiarazioni di natura obbligatoria nel comparto del latte e dei diversi prodotti lattiero-caseari, sia ovini che caprini appunto.

Registrare le quantità

Difatti, quelle aziende che realizzano questi ultimi prodotti saranno tenute a registrare, in una banca dati regionale, mensilmente e per ciascuna unità produttiva, le quantità di ogni prodotto realizzato e/o ceduto e le connesse giacenze rimaste in deposito o nei magazzini.    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.