Formaggi estivi e formaggi spalmabili

L’estate è la stagione forse più complessa dal punto di vista dell’alimentazione soprattutto perché le alte temperature creano spesso delle perplessità su cosa e quanto mangiare, sono molte infatti le persone che mangiano di meno o mangiano male perché non sanno come utilizzare al meglio i prodotti di stagione e creare dei piatti freschi e leggeri ma ricchi di tutto ciò di cui necessitiamo.
Quando il caldo aumenta le nostre energie diminuiscono o almeno quella è la sensazione e spesso non si ha voglia di preparare da mangiare finendo per accontentarsi di un gelato che, per quanto calorico, non risulta essere un pasto completo perché manchevole di alcune caratteristiche.
 Ecco che allora imparare a conoscere alcuni degli alimenti più freschi può aiutarci e tra questi non possono mancare i nostri amati formaggi che ci permettono di creare piatti che non ci appesantiscono o di mangiare un po’ di più a discapito della sensazione di inappetenza.

Quali formaggi scegliere

Ricotta mista con Panna

Spesso il formaggio è uno di quegli alimenti che scegliamo per concludere il pasto e quelli più adatti e che io vi consiglio sono i seguenti:

  • la mozzarella di Bufala: formaggio a pasta filata, spesso confezionata in bocconcini, ciliegine, nodini oppure a treccia, insomma svariate forme per tutte le situazioni che vanno dal semplice pasto in famiglia alle feste in casa tra amici;
  • il primosale: questo termine indica un grado di stagionatura del pecorino ed esiste infatti in tre “varianti”: tuma, primosale, pecorino che differiscono per il tempo di stagionatura e la salatura.
  • il mascarpone: non si tratta di un vero e proprio formaggio ma di un derivato lattiero che risulta dal connubio di acidità e calore sulla panna a cui poi viene eliminato il siero. Il suo sapore è delicato, ricorda quasi il latte e va per questo conservato il frigorifero;
  • la ricotta: si tratta di un latticino ottenuto dal siero ed acidificato, residuo dunque della lavorazione del formaggio vaccino od ovino che viene riscaldato nuovamente a circa 90° C in modo tale da far affiorare le proteine del siero. Un aspetto “negativo” riguarda la sua durata limitata, essa va infatti consumata fresca e conservata in frigo, ma vi permette di fare numerosi piatti e tutti gustosi.
  • Formaggi freschi spalmabili: si tratta di tutti quei formaggi che, grazie alla consistenza morbida ed il gusto delicato  risultano versatili e possono essere utilizzati tanto per piatti dolci quanto per quelli salati.

È proprio la versatilità dei formaggi spalmabili ed il loro gusto a renderli i protagonisti di molti piatti in grado di soddisfare grandi e piccini ed è per questo che vi consiglio di tenerli sempre in casa perché potrebbero salvarvi in molte situazioni permettendovi di creare piatti sfiziosi ed originali in poco tempo.

Ricetta: crepes al salmone e formaggio spalmabile

La ricetta che desidero consigliarvi può essere utilizzata come antipasto ma anche come secondo piatto se lo si desidera, si tratta infatti delle crepes al salmone e formaggio, due elementi che si sposano bene insieme, ma vediamo nel dettaglio gli ingredienti:

  • 250g di farina;
  • 500 ml di latte;
  • 3 uova;
  • 1 cucchiaio di olio;
  • 2 cucchiai d’acqua;
  • 1/2 cucchiaino di sale

Ingredienti per il ripieno:

  • 4 fette di salmone affumicato;
  • 100g di formaggio spalmabile;
  • 1 limone;
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione:

Versate la farina in una ciotola e formate un buco al centro in cui inserire le uova sgusciate, l’olio ed il sale. A questo punto mescolate delicatamente e unite a poco a poco la farina procedendo dai lati fino ad ottenere un impasto privo di grumi a cui aggiungere il latte a filo fino a che la pasta non diviene liscia.
Coprite quanto ottenuto con la pellicola trasparente e mettete la ciotola in frigo per un’ora trascorsa la quale potrete imburrare una padella antiaderente e preparare le classiche crepes prestando attenzione alla distribuzione omogenea dell’impasto sulla padella.
A questo punto su mescolate su un’altra ciotola il formaggio spalmabile con un po’ di limone (per esaltare il gusto del salmone), sale e pepe e iniziate a farcire le crepes stendendo il formaggio in uno strato il più sottile possibile a questo punto inserite le fette di salmone e arrotolate ogni crepes ben stretta, eliminate le due estremità poco farcite ed esteticamente meno presentabili e tagliate il resto formando dei piccoli cilindri della stessa dimensione.
Come è semplice immaginare vi sarà possibile sostituire il salmone con del prosciutto cotto, crudo o della bresaola creando delle varianti e tutte gustose.
Insomma credo di aver dimostrato che è possibile mangiare bene anche d’estate senza dover quindi rinunciare a cucinare per via del caldo o dell’inappetenza, puntate quindi sui prodotti di stagione freschi e sulle preparazioni brevi e piatti colorati che vi fanno venir voglia di mangiarli, senza dimenticare prodotti come il pomodoro che vi permettono di mantenervi idratati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.