La ricotta nelle diete: come gustarla senza ingrassare

La ricotta è un prodotto caseario gustoso e versatile sia nelle ricette salate che dolci. Ma soprattutto è uno dei pochi latticini che possono essere assunti legittimamente e senza sensi di colpa nelle diete. Apprezzata da adulti e bambini, la ricotta può essere tranquillamente integrata nelle proprie abitudini alimentari, sempre con le giuste dosi e senza esagerare. Ideale anche per chi desidera dimagrire o chi è in procinto di cambiare il proprio regime alimentare, la ricotta è un ottimo alleato per dare il giusto senso di sazietà e nutrire.

Calorie e proprietà nutrizionali della ricotta

La ricotta è un latticinio che si ricava dal siero avanzato dalla lavorazione dei formaggi. Le temperature di cottura oscillano tra i 75° e i 95° C, la temperatura ideale perché le proteine del latte si coagulino formando quei tipici fiocchi e granuli. La cottura a temperature alte è il “segreto” per cui la ricotta è, in realtà, leggera e idonea anche a chi deve seguire una dieta dimagrante che richiede attenzione alle calorie senza tralasciare il nutrimento. La cottura, infatti, elimina i grassi della lavorazione dei formaggi che rimangono nel caglio e il siero – residuo delle lavorazioni – è privo di quei grassi e molto ricco di proteine, sali minerali e vitamine.

Nelle diete dimagranti, però, occorre scegliere la ricotta “giusta”. Esistono diverse varietà di ricotta: caprina, bovina, mista e ciascuna ha proprietà nutrizionali e calorie diverse. Le ricotte di latte vaccino – come la ricotta mista “La Pecorella”, per esempio – sono digeribili e nutrienti: per ogni 100 gr contengono circa 145 kcal di cui il 10% sono grassi (pari a 98 kcal), 35 calorie sono date dalle proteine e circa 13 calorie di carboidrati.

Le ricotte ovine (di latte di pecora o capra) sono naturalmente più “saporite” e contengono il 15% di grassi, quindi sono più caloriche delle ricotte di latte vaccino.

La ricotta di latte di bufala, invece, è la più calorica in assoluto, la più grassa ed è, pertanto, poco utilizzata o sconsigliata nelle diete dimagranti perché contiene 220 kcal ogni 100 gr.

Oltre alla ricotta “fresca”, molto saporita e gustosa è la ricotta secca o stagionata: per via dell’aggiunta di sale e del processo di stagionatura è una tipologia di ricotta tra le più grasse e caloriche, ovvero 350 kcal circa per 100 gr di prodotto. È assolutamente sconsigliata nelle diete, ma in un regime alimentare “normale”, può essere integrata nell’alimentazione a piccole dosi o per specifiche ricette quando lo richiede.

Ciò che rende la ricotta fresca adatta alle diete è l’alta percentuale di acqua (75%), le proteine (9 gr per 100 gr di prodotto), gli zuccheri solubili, gli amminoacidi, il sodio, potassio ferro, alcuni acidi grassi saturi, calcio (295 mg ogni 100 gr), fosforo (237 mg per 100 gr), magnesio, selenio e le vitamine dei gruppi A, C, D, E, nonché Omega 3. Tutti questi componenti sono ottimi alleati per sostenere il sistema immunitario, la salute del cuore e della circolazione cardiaca, nonché soddisfare il palato rimanendo in salute. Tuttavia, queste indicazioni restano valide per quanti non soffrano di patologie specifiche o risultino intolleranti al lattosio.

Quanta ricotta assumere nelle diete?

Nonostante la ricotta vaccina sia tra i latticini più nobili e consigliati nelle diete, il consiglio dei nutrizionisti è sempre quello di non eccedere nelle quantità. Tuttavia, anche per chi è in regime dietetico severo, la ricotta può essere assunta da due a tre volte a settimana: una ricotta da 150 gr contiene le stesse proteine e grassi di due uova, ma ha un potere nutritivo e di sazietà maggiore ed è la porzione standard da avere come riferimento, anche se molto dipende anche dall’età, dalla corporatura, dagli obiettivi da raggiungere, dal gusto e dalle proprie abitudini alimentari in genere, che non devono essere eccessivamente stravolte. Pertanto, il momento della giornata migliore in cui introdurre la ricotta durante i pasti è la “colazione”, oppure come spuntino o merenda su una fetta di pane con pomodorini, un filo di olio e un pizzico di sale. Una vera bontà energizzante piena di gusto e ideale soprattutto in estate o prima di fare sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.