Dolce o formaggio, ecco cosa servire prima

È capitato a molte persone nella vita, prima o poi, di fare qualche gaffe a tavola, magari in presenza di ospiti di riguardo. Risulta essere un “pegno” pagato praticamente da tutti, da ragazzi o da adulti. Sia quando si è padroni di casa e quindi nel preparare e servire delle pietanze e sia quando si è ospiti e quindi nel degustare qualche portata. Gli esempi si sprecano al riguardo ed uno dei più classici è quello di sbagliare posata nel mangiare una pietanza oppure bicchiere nel degustare una bevanda.

Fare gaffe o un errore di galateo, quando si mangia a casa e tra i familiari, può essere un peccato veniale, mentre è ben più grave magari quando ci si trova ad un evento importante o, come detto, in presenza di commensali di riguardo. Un passaggio fondamentale durante un pranzo o una cena e dove spesso si fanno errori è quello del servire prima il dolce o la frutta e, indirettamente, anche il formaggio, come scopriremo tra un po’. Difatti, questo rappresenta un altro classico e diffuso errore del galateo che si compie ad una tavolata.

Il galateo, regole non sempre semplici da seguire

Considerando che poche volte si è abituati a seguire l’etichetta o il cerimoniale durante un pasto, spesso si è portati a commettere errori di galateo, sia nel caso si fosse ospiti e sia che si fosse padroni di casa. In quest’ultima circostanza, sono tante le insidie soprattutto durante i pranzi o le cene particolarmente lunghi, dove siano presenti tante portate da servire e si può confonderne l’ordine. Il galateo pone diverse regole o comportamenti da seguire, di cui molte volte non ne abbiamo neanche conoscenza.

Questo regolamento risulta essere molto importante in alcune occasioni, quando si deve fare bella figura in presenza di determinate persone. Si pensi, ad esempio, ai pranzi ufficiali in cui vengono ospitati parenti importanti oppure dirigenti aziendali, per non parlare di eventi come compleanni o ricevimenti. Tuttavia, anche in presenza di persone di minor prestigio od ospiti comuni, è sempre bene evitare di fare gaffe o errori di galateo. Difatti, fa sempre piacere fare una bella figura nelle circostanze più o meno importanti.

Dolce o formaggio o frutta, chiariamo i dubbi sulle portate

Come già accennato, un dubbio che si presenta spesso è quello dell’ordine delle portate nella parte finale del pasto. Viene prima il dolce o la frutta o, ancora, il formaggio? Secondo il famigerato galateo, ad essere presentati in tavola in ordine risultano essere i formaggi (siano esse delle scaglie di Parmigiano Reggiano o fette di Caciotta mista o di caciocavallo). Questi devono essere portati a tavola su un tagliere e senza la presenza di alcun involucro o carta.

Se ci si trova in inverno, tali prodotti devono essere posti fuori dal frigo almeno un’ora prima di essere serviti a tavola, mentre sarebbe un errore se fossero presentati appena tolti da esso. In estate, invece, i formaggi possono essere portati ai commensali anche una mezz’ora dopo essere stati tolti dal frigo. Naturalmente, bisogna prestare attenzione e quindi adeguarsi alle situazioni, alla stagione, al caldo o al freddo della giornata e del luogo ed anche al tipo di formaggio che si vuole far degustare.

Dopo il formaggio, si deve servire il dolce, che può essere di vario genere. Si può presentare infatti un crema morbida al cucchiaio oppure una fetta di torta o di crostata o, ancora, dei semplici pasticcini. Degustato il dolce, infine si chiude con la frutta e anch’essa può essere di diverso tipo. Generalmente si usa terminare un pasto con questa portata in quanto la frutta, con la sua freschezza e leggerezza, tende appunto a rinfrescare e a “ripulire” la bocca dalla patina e sensazione di grasso che taluni dolci e formaggi evidenziano.

Chiarito tutto questo, adesso si potrà affrontare un pranzo o una cena importanti e con diverse portate in modo più semplice e senza dubbi su cosa servire prima. Naturalmente, sbagliare l’ordine di frutta, dolce e formaggio non risulta essere una catastrofe, tuttavia in alcune circostanze si tende a prestare molta attenzione alle formalità ed è sempre bene fare una bella figura piuttosto che una pessima. Il galateo aiuta proprio in questo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.