Cestini di patate con zucchine e formaggio

Sempre più spesso si organizzano, magari nel fine settimana, delle cenette con degli amici, per passare in allegria una serata invernale o primaverile. E per evitare di preparare un pasto tradizionale e delle portate troppo complicate, alcune volte si scelgono delle cene a buffet. Tra le prelibatezze più apprezzate in questa occasione, vi sono i cosiddetti “finger food”, cioè quegli stuzzichini semplici, veloci ed appetitosi, da gustare senza l’ausilio delle posate.

Ne esistono tante tipologie tra cui poter scegliere: polpettine croccanti, piccole pizzette, cornetti salati friabili, gustose crocchette. La scelta è davvero ampia e dipende soprattutto dai gusti personali oppure da quegli degli ospiti e magari anche dal tempo a disposizione. Comunque, in questi anni, il finger food risulta essere sempre più gettonato per questo genere di serate in cui poter mangiare a buffet.

Tra le numerose ricette proponibili, quella dei cestini di patate con zucchine e formaggio rappresentano tra le più buone e apprezzate per gli ospiti. Infatti, alcune fettine di patate si possono trasformare in mini cestini, in cui inserire dei pezzi di zucchine saltati in padella e delle piccole porzioni di gustosa scamorza. Il risultato finale è una prelibatezza unica dal sapore particolare ed invitante. Vediamo adesso come si possono preparare in maniera semplice e veloce.

Realizzazione, ingredienti e dosi

Per preparare questo genere di stuzzichini servirà circa un’ora di tempo (di cui 40 minuti per la cottura), per una difficoltà di livello medio. Le dosi indicate serviranno alla realizzazione di circa 12 pezzi.

  • Patate, 300 gr.;
  • Zucchine, 200 gr.;
  • Scamorza affumicata, 150 gr.;
  • Aglio, 1 spicchio;
  • Olio extravergine d’oliva, sale fino, origano e burro, quanto basta.

Innanzitutto si cominciano a sbucciare le patate ed a tagliarle a fettine sottilissime (circa 1 millimetro) con una mandolina, poi si mettono in una ciotola e si condiscono con dell’olio d’oliva, a cui aggiungere origano e sale. Il tutto si deve mescolare un po’. A questo punto si possono imburrare 12 stampini (di quelli in alluminio, che si trovano nei supermercati) e poi adagiarvi le fettine di patate, prima sul fondo e poi ai lati interni, in maniera da ricoprire i singoli pirottini.

Terminata tale operazione, si possono mettere sulla griglia del forno per farli cuocere in uno di quelli ventilati e preriscaldati a 200° per circa 20 minuti. Nel frattempo si possono tagliare le zucchine a dadini e la scamorza in cubetti. Poi, in una padella si può versare dell’olio e lo spicchio d’aglio, si fanno insaporire per alcuni istanti e poi vi si aggiungono le zucchine, un po’ di sale e si fa cuocere il tutto per un quarto d’ora a fiamma moderata. Trascorso questo periodo, si spegne il fuoco e si toglie l’aglio.

Una volta pronti i cestini, si possono togliere dal forno e farcirli prima con i cubetti di scamorza e poi con i dadini di zucchine e, infine, con un altro strato di scamorza. Ora non resta che infornare di nuovo il tutto, per circa una decina di minuti, al fine in pratica di permettere lo scioglimento del formaggio. Passato questo periodo di tempo, si possono togliere dal forno per lasciarli intiepidire un po’ e, in seguito, si possono servire in tavola.

Alcuni utili consigli e suggerimenti

Per quanto riguarda loro eventuale conservazione, i cestini di patate possono rimanere nel frigorifero al massimo per un paio di giorni, mentre è fortemente sconsigliato il loro congelamento dopo la cottura. Per coloro che amano, invece, altre tipologie di verdure, si possono sostituire le zucchine con quelle offerte dal periodo stagionale. Inoltre, la stessa scamorza può essere rimpiazzata da qualche altro formaggio a pasta morbida maggiormente gradito. Come si può notare, anche questo piatto, così come tanti altri della tradizione italiana, si può prestare a variazioni rispetto alla versione originale. Sia per quanto riguarda le verdure che i formaggi, fortunatamente si ha a disposizione un’ampia scelta tra molte varietà di prodotti. Ad esempio, i cubetti di scamorza possono essere rimpiazzati da quelli di saporito Asiago. Insomma, in cucina basta avere soltanto un po’ di tempo, pazienza e fantasia per poter preparare piatti succulenti.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.